• La classe non è acqua. È Acquolina
    Paolo Tizzanini l'Oste che sorveglia la tradizione della Cucina Toscana
  • Fiori d’Arancio all’Acquolina. Leggi tutto
    Affidati al nostro staff per un matrimonio ricco di atmosfera nella campagna toscana
  • Impara a cucinare con Paolo
    Siete pronti per mettervi alla prova con le vostre capacità culinarie?
  • Pausa pranzo con l'acquolina in bocca!
    Cosa c'è di meglio di un bel pranzo in mezzo agli ulivi e agli odori della campagna toscana
  • La tradizionale Pappa al pomodoro
    Pane casalingo toscano raffermo, pomodori, aglio, basilico, brodo, olio, sale e pepe
  • Tagliolini con crema di fagioli zolfini
    Tagliolini fatti in casa, passato di fagioli zolfini, olio, sale e pepe
  • La Pansanella
    Pane raffermo, cipolla rossa, basilico, il tutto condito con olio, aceto e sale.
Home > L' Acquolina > Paolo Tizzanini

L' Oste Custode del Valdarno.

Paolo Tizzanini, 54 anni, Toscano, inizia la sua attenta ricerca di tipicità e tradizione della cucina toscana nei primi anni '80, nella città di Arezzo, con una piccola fiaschetteria nella quale venivano serviti salumi locali e primi piatti.

Negli anni '90, nei locali di una precedente osteria, crea " L'Osteria dell'Acquolina", e insieme alla moglie Daniela inizia un percorso di recupero di ricette e prodotti locali. Vengono così segnalati dalle maggiori guide gastronomiche italiane, Osterie d'Italia, Touring club Italiano, Ristoranti Veronelli, Accademia della Cucina Italiana.

Dal 2001 frequenti collaborazioni con la R.A.I. nelle rubriche gastronomiche di "Uno Mattina", "Linea Verde", "La Prova del Cuoco".

Nell'anno 2003 in occasione della "Prima Asta Internazionale del tartufo Toscano" svoltasi nel Castello di Cafaggiolo, famoso per aver dato i natali a Lorenzo il magnifico, cura la cena di gala con nove portate a base di tartufo. Ospiti i più grandi produttori di vino toscani, Antinori, Barbi, Biondi Santi Frescobaldi, oltre alla stampa italiana, l'evento è stato seguito, in un collegamento via satellite con "Valentino" Los Angeles e Siro Maccioni New York.

Nel 2004 con L'Osteria dell'Acquolina riceve il Premio Buona Cucina dalla prestigiosa Guida del Touring Club Italiano destinato a quattro ristoranti in tutta Italia. Riceve inoltre il "Sole" di Veronelli per la tipicità di un suo piatto.

Nel novembre 2004 in collaborazione con l'Istituto Commercio Estero, Regione Toscana, Ambasciata Italiana e Slow Food è chiamato a rappresentare la Cucina Italiana nell'ambito del Festival Italiano a Caracas (Venezuela). L'esperienza sarà ripetuta l'anno successivo a Valencia.

Nel novembre 2005, in collaborazione con l'Accademia Italiana della Cucina, cura la " Cena degli Auguri" della delegazione di Lousanne (Svizzera) tenuta nei saloni del Golf Club della città. Detta cena si è svolta sul tema della gastronomia aretina e tutte le portate sono state preparate con prodotti pervenuti dalla Provincia di Arezzo, compreso i Vini. La supervisione è stata curata dalla Delegata Dell'Accademia Italiana della Cucina di Arezzo, Dott.ssa Giovanna Moretti. Docente all'Accademia del Gusto di Arezzo, ricopre vari incarichi in associazioni culturali ed enogastronomiche.

Slow Food gli assegna la Chiocciola nella Guida gastronomica"Osterie d'Italia 2006". Partecipa alla trasmissione "A Tavola con la Storia" in qualità di Oste Custode della Cucina Tipica e Tradizionale. " Monsieur" la nota rivista di bien vivre, in edicola a marzo 2006, lo classifica come uno dei magnifici dieci nella categoria delle Osterie Italiane. Continua la collaborazione con Slow Food in varie manifestazioni nazionali.

Fonda con Beppe Bigazzi, Luigi Cremona, Luca Zanini e Carlo Raspollini, la Magnifica Accademia degli Osti Custodi attraverso la quale si è intrapreso un progetto di salvaguardia dei prodotti e delle ricette tradizionali.

Riceve nel 2008 a Chianciano il riconoscimento dei Discepoli di August Escoffier e in occasione della maratona di New York organizza una cena italiana presso il famoso "Le Cirque" di Sirio Maccioni.

Nel 2009 cura una rubrica di Uno Mattina Estate che ha per tema gli Osti Custodi. Riconosciuto negli ultimi anni, oltre alle sopracitate, anche dal "Gambero Rosso" , "Bibenda 2000 Vini", "L'Espresso" e "Atlanti" di Quattroruote. E'stato inoltre nominato Ambasciatore della cucina tradizionale dall'Accademia Italiana di Gastronomia Storica per gli Stati Uniti.

Credits: open-box.it