• La classe non è acqua. È Acquolina
    Paolo Tizzanini l'Oste che sorveglia la tradizione della Cucina Toscana
  • Pasqua all’Acquolina. Scopri il menu
    Una pranzo pasquale all'insegna della Cucina Toscana in mezzo agli ulivi
  • Fiori d’Arancio all’Acquolina. Leggi tutto
    Affidati al nostro staff per un matrimonio ricco di atmosfera nella campagna toscana
  • Impara a cucinare con Paolo
    Siete pronti per mettervi alla prova con le vostre capacità culinarie?
  • Pausa pranzo con l'acquolina in bocca!
    Cosa c'è di meglio di un bel pranzo in mezzo agli ulivi e agli odori della campagna toscana
  • La tradizionale Pappa al pomodoro
    Pane casalingo toscano raffermo, pomodori, aglio, basilico, brodo, olio, sale e pepe
  • Tagliolini con crema di fagioli zolfini
    Tagliolini fatti in casa, passato di fagioli zolfini, olio, sale e pepe
  • La Pansanella
    Pane raffermo, cipolla rossa, basilico, il tutto condito con olio, aceto e sale.
Home > Rassegna stampa
  • Il Val D'Arno è servito - Sky Alice
    Sky Alice

    La Toscana, certamente, è la regione italiana più conosciuta all’estero. Questo titolo di merito lo ha conquistato, non soltanto offrendo ai turisti un articolato complesso di opere d’arte, ma per un tessuto culturale che affascina chiunque viva l’esperienza indimenticabile di visitarla.

    La campagna e l’agricoltura della toscana sono protagoniste anche nella gastronomia della regione, la cultura contadina e l’inventiva delle donne nel mettere a tavola famiglie numerose ha fatto in modo che i prodotti di questa terra si combinassero tra loro in splendide ricette della tradizione.

    Tradizione contadina che trova il suo naturale proseguimento in molte osterie disseminate sul territorio toscano, affascinante e singolare quello del “Val D’Arno” dove tra uliveti e orti si nasconde “L’Acquolina” dell’oste Paolo Tizzanini, i sapori autentici di una campagna ricca di prodotti si mescolano con la cultura contadina della tradizione.

    Una sosta all’Acquolina vuol dire soffermarsi su emozioni profonde, vuol dire apprezzare un andamento melodioso del proprio nutrirsi.

    Marco M. Rossetti
Credits: